[REVIEW] Olio di Mostarda

Da quando possiedo un mio micro-stipendio, l'idea di potermi consentire quelli che, secondo me, sono i prodotti migliori a livello cosmetico/accessorio/di abbigliamento mi fa gongolare non poco. Lo so, lo so, è un'ebrezza che col tempo magari ti passa, ma lasciatemela godere per ora.
Fatta questa premessa, mi è necessario smontarla subito: mi sono bastati 1,50€ per capire che la mia pelle non aveva bisogno d'altro che di... olio di mostarda (o senape). 

Asparagus chit chat.

Mentre vi scrivo questo post (che voi leggerete domani), sto cucinando gli asparagi a vapore. Cioè, vabé, è il vapore a cucinarli.

[HAUL] Il Giardino di Arianna ecobio & l'Hammam

Ci sono poche cose che attirano la mia attenzione: una tra tutte è la spedizione gratuita sugli e-commerce, come penso accada alla maggior parte delle shopaholic like me :D
E così la settimana scorsa ho ricevuto la newsletter dell'e-commerce Il Giardino di Arianna, che per chi non lo sapesse ha anche un blog curatissimo in cui trovare tanti consigli su skin-care ed altro, con un rimando allo shop per i prodotti più adatti.
Quando ho letto questo articolo su come ricreare il rituale dell'Hammam marocchino a casa, in modo "bio", ho drizzato le antenne. 
Con Ḥammām (in araboحمّام‎), più comunemente chiamato "bagno turco", ci si riferisce ad un rituale antichissimo che prevede il lavaggio del corpo, allo scopo di una purificazione spirituale (e fisica) totale e rigenerante. 
Conoscevo già da moltissimo questo rituale, ma ovviamente mi è sempre mancata la materia prima per realizzarlo nella sua totalità: ricordo anche una favolosa recensione di An Inquisitive Girl a riguardo, e BEH, amici, ho fatto due più due... era proprio arrivato il momento di cedere alla tentazione. 
Quindi, vi mostro cosa ho comprato approfittando delle spese gratuite da Il Giardino di Arianna :) 

La foto che avevo postato su instagram qualche giorno fa :)

[Henna Experience] HESH Herbs & Goodies

Fatto n.1: sono stanca morta.
Fatto n.2: non so se sarò in grado di scrivere in italiano.
Fatto n.3: questo non mi ha fermata dal prendere il pc e scrivere questo post, perché, people, 'sta roba dovete provarla. 


[Skincare Routine & REVIEWS] What's on my face, lately

E' un uccello? E' un aereo? Mannò... sono io! Oui, mes amis, ç'est moi!
Non perderò molte righe nello scusarmi per l'assenza, perché io per prima so bene che non è stata negligenza, ma proprio mancanza di tempo. Ho ripreso a lavorare e sono tipo imbottigliata nelle cose da fare. Il sabato e la domenica (e nel caso specifico oggi, domenica - anche se voi leggerete questo post di lunedì - lavoro di sera... E VABE' TRALASCIAMO L'ODIO COPIOSO CHE MI PERVADE DAI) è già tanto se riesco a fare la spesa e pulire e dormire tutte le ore perse nella settimana. Insomma, inutile proporvi post scritti male o privi di contenuto... lo sapete, meglio raccogliere le idee per un po' di tempo e proporvi sostanze ragionate - e magari scritte bene, oggi mi sento capace di mettere in fila le parole quanto una carota -.
Quest'oggi vorrei proporvi un post con la mia skincare routine attuale e totalmente aggiornata, e dato che si tratta di prodotti di cui non vi ho mai parlato, sono ben contenta di farlo: ho così modo di farvi anche una recensione di ognuno di loro.

I Finiti.mkv S01E03


Sì, l'ho fatto. Di nuovo.
Sottofondo di bambini urlanti e luce fioca.
Orripilantezza a parte.
Spero vi piaccia :3

Bentornati!

A presto!
xoxoxo

A late Christmas carol





Non ho mai avuto nessun tipo di predilezione per il Natale, no. Non sono nemmeno mai stata attaccata all'idea di Babbo Natale da bambina. Il mistero mi è stato svelato che ero già grandetta (e ricordo che mi fece più effetto sapere che non esisteva la befana, chissà perché), ed in effetti non ebbi chissà quale shock nel sapere che a portarmi i regali era la mia famiglia.
In ogni caso, non ho mai atteso il Natale. Non me ne importa molto. C'era un tempo in cui l'idea era felice nella mia testa perché finalmente rivedevo tutti i miei parenti che normalmente non potevo frequentare durante l'anno per la distanza (ed è ancora così), ma con la vecchiaia di alcuni e i problemi di altri, alla fine il Natale è solo una mega fonte di stress; cerchiamo tutti di lasciare i nostri cazzi a casa, ma per forza di cose poi esplodono. E certe cose purtroppo non te le puoi proprio scrollare di dosso per una sera - o meglio, magari ci si prova pure, ma poi c'è sempre quello che te le fa ricordare, e allora è tutto inutile. 
Tutto questo per dire che sì, questo è l'ennesimo post nel quale non parlerò di qualche bel prodotto che mi ha fatto rinascere pelle o capelli, perché sebbene stia utilizzando tante cose, purtroppo la mia interiorità emotivamente instabile sta straripando anche sul mio aspetto fisico, tempestandomi la faccia di brufoli, provocandomi capelli grassi in due giorni e facendomi gonfiare come un pollo da arrostire, perché a tutto questo si aggiunge il ciclo che è sballato e i ritmi di sonno andati a farsi strabenedire. Insomma, un bijoux
L'ennesimo post in cui mi scuso per l'assenza, per la poca costanza sui social. E' che vorrei vedere un pochino di luce in fondo al tunnel: cioè, io la vedo, la vedo anche nettamente, ma sono talmente preoccupata e impaurita da tutto che ho paura a raggiungerla. 
L'ennesimo post per dirvi anche che mi mancate terribilmente. 
Che scrivere questo post forse è sbagliatissimo perché sto facendo scorrere le dita sulla tastiera senza nemmeno rileggere, senza preoccuparmi della forma. Che questo piccolo spazio merita tutte le cure del mondo perché non voglio abbandonarlo. Nonostante la latitanza, nonostante la fisica mancanza di tempo (e di cose da raccontare, pure), mi è troppo caro per separarmene. 
E so anche che è il mio piccolo spazio rosa in cui raccontarvi di frivolezze, di come qualche piccolo rimedio naturale mi faccia sentire più bella e più positiva nei confronti della vita. E che non andrebbe "sporcato" con tutto questo grigiume, con questo grumo di tristezze. Ma purtroppo sarei anche falsa a dire che va tutto bene solo perché devo completare qualche recensione per dovere di cronaca, per farvi il famoso post dei finiti, per parlarvi di qualunque altra cosa mi piaccia ultimamente. Non ci riesco. E per onestà intellettuale volevo dirvelo, ecco. Sono qui, vi leggo tutte, cerco di commentare laddove riesca a partorire un commento sensato. 
Deve passare, come ho sempre detto: accogliendo il dolore, senza contrastarlo. Le cose come arrivano, passano. Sono molto fissata coi cicli delle cose, lo sapete. Questa volta spero solo che il ciclo si chiuda prima possibile: io ce la sto mettendo tutta.


A voi auguro una splendida conclusione d'anno, e che il nuovo possa portarvi tutto quello che sognate. Mi sento abbastanza sicura di dire che ve lo meritate tutti. 
Ve lo auguro con tutto il mio cuore.

A presto
Caterina

SalvaSalva